A partire da venerdì i clienti di Silvergate Bank hanno riscontrato problemi con alcuni tipi di bonifici. L'azienda ha dichiarato l'interruzione da parte del loro processore di pagamenti, Fedwire, responsabile della caduta del servizio. Il CEO Alan Lane ha confermato che la banca ha riscontrato problemi nell'elaborazione dei pagamenti da parte di alcuni clienti, ma ha dichiarato che ciò non ha influito sugli utenti che avevano già denaro con Silvergate.

Vi ricordate quando nel lontano novembre 2018 Silvergate Bank si apriva alle criptovalute

A partire da venerdì scorso i clienti di Silvergate Bank hanno riscontrato problemi con alcuni tipi di bonifici.

L’azienda ha dichiarato l’interruzione da parte del loro processore di pagamenti, Fedwire, responsabile della caduta del servizio. Il CEO Alan Lane ha confermato che la banca ha riscontrato problemi nell’elaborazione dei pagamenti da parte di alcuni clienti, ma ha anche dichiarato che ciò non ha influito sugli utenti che avevano già denaro con Silvergate. 

“I nostri partner commerciali ci invieranno denaro venerdì in modo da avere fondi sulla piattaforma pronti per il trasferimento agli sportelli OTC nel fine settimana nel caso in cui ci siano opportunità di fare trading, ma per quelle persone con denaro sulla piattaforma, i loro conti funzionano”. 

Al momento, sembra che Silvergate elaborerà gli ordini manualmente tramite un processore di backup

“Sebbene siamo ovviamente delusi dal nostro fornitore di servizi, è importante che tutti i clienti Silvergate esistenti sappiano che i loro fondi sono al sicuro”.

A partire da venerdì i clienti di Silvergate Bank hanno riscontrato problemi con alcuni tipi di bonifici. L'azienda ha dichiarato l'interruzione da parte del loro processore di pagamenti, Fedwire, responsabile della caduta del servizio.

Silvergate va incontro ai commercianti di criptovaluta

Silvergate, la banca commerciale con sede in California, è stata decisamente amichevole con i commercianti di criptovalute. La società ha iniziato ad offrire prestiti garantiti da criptovaluta nell’agosto 2019.

Inoltre, ci sono alcuni importanti scambi nella sua lista di clienti da quando Silvergate ha attirato centinaia di clienti relativi alle valute digitali nel quarto trimestre del 2018. Gli scambi con sede negli Stati Uniti Gemini e Kraken sono ora tra questi.

Come Coinbase e quasi ogni altra grande impresa negli Stati Uniti al momento, Silvergate ha dovuto affrontare alcune restrizioni per prevenire la diffusione del coronavirus. Al momento della stesura di questo documento, oltre la metà del personale bancario lavora in remoto.

Silvergate Capital è diventato pubblico alla Borsa di New York il 7 novembre e attualmente vende a $9,71.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui