L'epidemia di coronavirus ha dunque dimostrato di essere dannosa sia per le grandi che per le piccole imprese. Secondo il CEO di Ripple, Brad Garlinghouse, la sua azienda privilegia la salute dei suoi lavoratori, indipendentemente da ciò continua a servire i propri clienti anche in questo momento critico. Nonostante si unisca alla folla di tecnici che lavorano da casa, Ripple è ancora determinata a dare una mano a chi ne ha bisogno. Garlinghouse afferma che stanno

Abbiamo visto come la pandemia che sta colpendo il nostro pianeta sta causando gravi conseguenze in qualsiasi settore: il blocco di New York e Los Angeles, l’attacco a Walmart, nel mercato del petrolio e del bitcoin, per dirne alcune.

L’epidemia di coronavirus ha dunque dimostrato di essere dannosa sia per le grandi che per le piccole imprese.

Il CEO di Ripple, Brad Garlinghouse, ha deciso per la sua azienda che privilegia la salute dei suoi lavoratori, di continuare a servire i propri clienti anche in questo momento critico. Nonostante si unisca alla folla di tecnici che lavorano da casa, Ripple è ancora determinata a dare una mano a chi ne ha bisogno.

Garlinghouse afferma che stanno “facendo tutto il possibile” per consentire alle persone di inviare pagamenti transfrontalieri ai propri cari.

La società blockchain con sede a San Francisco è stata recentemente riconosciuta come uno dei leader nel settore dei pagamenti transfrontalieri insieme ai suoi numerosi partner come, ad esempio, MoneyGram.

L'epidemia di coronavirus ha dunque dimostrato di essere dannosa sia per le grandi che per le piccole imprese. Secondo il CEO di Ripple, Brad Garlinghouse, la sua azienda privilegia la salute dei suoi lavoratori, indipendentemente da ciò continua a servire i propri clienti anche in questo momento critico.

Acque inesplorate

Garlinghouse ha anche detto che l’economia globale si trova in “acque inesplorate” a causa della crisi dovuta al coronavirus.

Detto questo, crede anche che i mercati siano anche abbastanza resistenti da riuscire a recuperare.

L’investitore Bill Ackman ha recentemente suggerito che il presidente Donald Trump dovrebbe chiudere l’intero Paese per evitare una serie di fallimenti consecutivi. Altrimenti, l’America “come la conosciamo” potrebbe finire.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui