Sierra Leone: soluzione blockchain

La Sierra Leone è uno dei primi paesi africani ad aver svelato un sistema di identificazione nazionale digitale basato sulla blockchain. La dott.ssa David Moinina Sengeh ha spiegato come un documento di identità nazionale blockchain migliorerebbe l’inclusione finanziaria per le persone più povere del Paese e contribuirebbe a favorire l’uguaglianza di genere. Sempre la dottoressa afferma: “L’ID dell’impronta digitale è sufficiente per l’attivazione del conto bancario”.  Il paese dell’Africa occidentale ha anche utilizzato la tecnologia blockchain per la tracciabilità degli alimenti.

La Lituania verso le valute digitali

La banca centrale della Lituania si sta unendo alla tendenza globale verso le valute digitali, esplorando attivamente la tecnologia. Le valute digitali hanno la possibilità di avere un impatto significativo sul sistema finanziario, afferma l’economista Aistė Juškaitė. Attualmente però non esiste un “consenso” sul rapporto costi-benefici della CBDC o sul suo impatto sulla politica monetaria e sulla stabilità finanziaria. Una maggiore chiarezza sulla tecnologia consentirebbe alle banche centrali di scegliere un modello di valuta digitale per “mitigare potenziali effetti collaterali non intenzionali”.

Il Congresso per Crypto Policy

Cointelegraph ha compilato un elenco di persone congressuali che hanno stabilito posizioni e politiche per blockchain e criptovaluta che daranno forma al futuro del settore all’interno del paese. Alcuni dei membri del Congresso elencati sono rialzisti sulla blockchain, mentre alcuni hanno stabilito una chiara opposizione ad argomenti come la Bilancia di Facebook o altre criptovalute.

Tutto sulla Crittografia

In un recente discorso Diogo Monica, co-fondatore e presidente della società di sicurezza crittografica Anchorage, ha parlato dell’uso della crittografia per aumentare la sicurezza personale, la privacy e la sovranità dei dati. Secondo Dogo la crittografia potrebbe essere di grande aiuto per garantire fiducia e trasparenza. “La natura decentralizzata della criptovaluta ha aumentato la disponibilità di Internet, oltre a renderla più sicura”, conclude.

Il petrolio scende, Bitcoin sale

A causa dei timori legati al coronavirus, a gennaio il petrolio è sceso di oltre il 20%. Al contrario, Bitcoin sta vedendo un aumento dei prezzi. La riduzione della domanda arriva principalmente dalla Cina. La perdita della domanda di petrolio potrebbe ulteriormente aumentare i prezzi dei Bitcoin. Protetto dall’inflazione e coperto dalle perdite, Bitcoin è un investimento sicuro per gli operatori durante i periodi di cambiamento economico e geopolitico.

Invancheglo contro Sønstebø

Sergey Invancheglo della IOTA sta minacciando un’azione legale contro il collega co-fondatore David Sønstebø, accusandolo di appropriazione indebita. La disputa coinvolge un presunto di 25.000.000 MIOTA, per un valore di $ 7,7 milioni a prezzi correnti. Sergey Ivancheglo è andato su Twitter per pubblicizzare uno scisma tra lui e il co-fondatore David Sønstebø.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui