Perth Mint, la zecca di lingotti d’oro ufficiale di Australia fondata nel 1899, sta collaborando con Security Matters (SMX), una società di tecnologia dell’informazione quotata all’Australian Securities Exchange (ASX), per lanciare un progetto di tracciabilità della catena di approvvigionamento dell’oro basato su blockchain.

InfiniGold ha creato il Perth Mint Gold Token (PMGT), una valuta digitale basata sulla tecnologia di contabilità distribuita (DLT). Supportata dall’oro fisico nelle casse di Perth Mint lo scorso ottobre, la zecca d’oro australiana gestita dallo stato ambisce ad una nuova blockchain.

Perth Mint e SMX stanno cercando di lanciare trueGold, una piattaforma etica per l’assicurazione della catena di approvvigionamento dell’oro. Il progetto è in lavorazione da due anni e se alla fine otterrà il necessario timbro normativo, costituirà la base per una “soluzione di catena di approvvigionamento dell’oro proprietaria ad alta tecnologia”.

Richard Hayes, CEO di Perth Mint, ha osservato che la piattaforma trueGold promuoverà la trasparenza nella catena di approvvigionamento dell’oro consentendo alle parti interessate di disporre di informazioni accurate relative all’origine del metallo prezioso e al suo intero passaggio dalla produzione al fase di distribuzione.

“Questa completa trasparenza installerà una fiducia ancora maggiore in un prodotto che fornisce già il massimo rifugio durante i periodi di turbolenze economiche e geopolitiche”, ha concluso.

Perchè TrueGold mira a sfruttare la tecnologia blockchain?

ll team si aspetta che la soluzione trueGold diventi operativa entro l’inizio del 2021. Perth Mint e SMX sperano anche che altri grandi attori dell’ecosistema dei metalli preziosi si attacchino a questo progetto.

Il team prevede di integrare una vasta gamma di partecipanti per commercializzare con trueGold tra cui minatori, gioiellieri, caveau, istituzioni finanziarie e società tecnologiche.

Haggai Alon, fondatore e CEO di SMX, ha dichiarato che la soluzione trueGold mira a sfruttare la tecnologia blockchain per migliorare i tre principali cicli di vita dei prodotti del settore e frenare la contraffazione e altre attività illecite.

“Differenziando e impiegando una tecnica unica per i tre cicli di vita del prodotto: dalla materia prima alla produzione, dalla produzione al commercio, dal commercio al riciclo, è possibile creare un intero settore basato sulla tecnologia che promuova l’integrità, la contraffazione, la trasparenza aziendale, la sostenibilità e la responsabilità”, ha concluso.

Un buon numero di aziende lungimiranti sta integrando la tecnologia blockchain in questa catena di approvvigionamenti. A dicembre, un produttore di diamanti russo ha annunciato l’intenzione di lanciare una soluzione blockchain per consentire ai propri clienti di autenticare facilmente i prodotti acquistati.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui