Il giappone chiede lo sviluppo urgente dello yen digitale per contrastare la Cina

Il capo della commissione per la ricerca sui sistemi bancari e finanziari del Partito democratico liberale giapponese, Kozo Yamamoto, ha affermato oggi che il paese dovrebbe creare uno yen digitale tra due o tre anni.

Reuters ha riferito il 10 febbraio che Yamamoto ha affermato che i piani per la sua valuta digitale della banca centrale (CBDC) dovrebbero essere inclusi nelle linee guida politiche del governo a metà anno. Ha spiegato che le valute digitali potrebbero diffondersi rapidamente nelle economie emergenti. E aiutare la Cina, che sta lavorando a un CBDC. E a far avanzare la sua egemonia digitale.

 Per questo motivo lo sviluppo dello yen digitale deve essere rapido.

CBDC per contrastare lo yuan Cinese

CBDC per contrastare lo yuan Cinese

Akira Amari, ha dichiarato di voler emettere un CBDC per contrastare l’imminente yuan digitale cinese. Yamamoto ha ammesso che, lo spread dei CBDC potrebbe minare la supremazia del dollaro. Ma potrebbe anche stabilizzare i mercati emergenti facendo affidamento sul dollaro come la Cambogia.

I legislatori giapponesi hanno invitato il loro governo a spingere affinché le valute digitali siano inserite nell’agenda del G7 quest’anno. Alla fine di gennaio, il vice governatore della Bank of Japan ha dichiarato che l’istituzione deve essere pronta a emettere un CBDC.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui