Hong Kong potrebbe presto rafforzare le sue attività di polizia nel settore delle criptovalute per conformarsi meglio alle norme internazionali antiriciclaggio. Paul Chan, il segretario finanziario, ha affermato che le nuove normative potrebbero essere rivolte ai fornitori di servizi di asset virtuali, o VASP, il termine catchall usato dalla Financial Action Task Force nella sua ultima guida

Vi ricordate quando la Securities and Futures Commission di Hong Kong diceva di essere pronta a introdurre un quadro normativo per gli scambi di criptovaluta?

Oggi la città potrebbe presto rafforzare le sue attività di polizia nel settore delle criptovalute per conformarsi meglio alle norme internazionali antiriciclaggio. 

Paul Chan, il segretario finanziario, ha affermato che le nuove normative potrebbero essere rivolte ai fornitori di servizi di asset virtuali, o VASP, il termine catchall usato dalla Financial Action Task Force nella sua ultima guida “Regola di viaggio”.

Nuovi regolamenti potrebbero aumentare il calore sugli scambi di criptovalute, dei banchi OTC e dei broker ad Hong Kong, un hub cripto globale. Tali entità sono già monitorate dall’Autorità monetaria della città, che a dicembre ha raccomandato ai VASP di vigilare sull’autoregolamentazione delle attività dei propri clienti.

Hong Kong potrebbe presto rafforzare le sue attività di polizia nel settore delle criptovalute per conformarsi meglio alle norme internazionali antiriciclaggio.

Hong Kong non si accontenta!

La prospettiva dei regolamenti intavolati dal governo arriva mesi dopo il GAFI, il cane da guardia globale per gli standard AML, che ha valutato Hong Kong “ampiamente conforme” con le sue raccomandazioni sulle tecnologie emergenti come la criptovaluta.

Ma Hong Kong vuole sviluppare ulteriormente il suo quadro di crimini anti-finanziari, come mostra il discorso di Chan.

Alcuni Paesi chiedono a gran voce di anticipare le linee guida crittografiche del GAFI. I nuovi arrivati, come il Paraguay, hanno mosso i loro primi passi verso la regolamentazione dei VASP, mentre altri hanno creato partnership internazionali per monitorare le transazioni in criptovaluta.

Anche le stesse criptovalute stanno cercando di conformarsi alla Regola di Viaggio, la quale impone che gli scambi di criptovaluta e altri condividano le informazioni sulle transazioni al di sopra di determinate soglie.

Per risolvere ciò hanno tempo fino a giugno 2020!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui