Capitalizzazione Bitcoin introdotta nel mercato finanziario dalla banca centrale cinese

Non si può negare che le economie del mondo stiano rallentando. Al fine di prevenire un crollo completo, le banche centrali stanno inondando i loro mercati con più denaro e la Cina ha appena iniettato l’intera capitalizzazione del mercato dei bitcoin nel suo sistema. La Banca popolare cinese sta pianificando di pompare 1,2 trilioni di yuan nei mercati oggi nel tentativo di mitigare l’instabilità finanziaria causata dall’epidemia di Coronavirus. Questo è l’equivalente dell’intera capitalizzazione di mercato del bitcoin, ovvero $ 174 miliardi.

Secondo SCMP, gli investitori e gli operatori nei centri finanziari di Pechino e Shanghai si stanno preparando per un periodo burrascoso ai mercati in seguito alla stretta dell’attività economica sulla terraferma.

Salvarsi con Bitcoin

Salvataggi bancari

I mercati sono rimasti chiusi per oltre una settimana per le festività del capodanno lunare in Cina, che ha anche coinciso con lo scoppio del coronavirus che ha attualmente ucciso oltre 300 persone con 14.350 infette in Cina. Questi salvataggi bancari, o contratti di riacquisto, sono progettati per aumentare la liquidità per le banche commerciali quando i flussi di denaro coniati di recente nel sistema.

L’attività sta diventando sempre più considerata una copertura in periodi di avversità economiche. Le prospettive economiche della Cina avevano già iniziato a cambiare prima dell’epidemia di Coronavirus che potrebbe aumentare la domanda di bitcoin nella regione.

La Cina ha già un ruolo enorme nei movimenti di BTC e del settore in generale e quest’ultima mossa della sua banca centrale non fa che rafforzare la narrazione del rifugio sicuro per l’attività che è immune da tale manipolazione monetaria.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui