La banca centrale del Messico rivela che nel 2019 i lavoratori migranti del Paese hanno inviato un record di $36 miliardi alla loro famiglia e ai loro amici, un aumento di circa $2,5 miliardi rispetto all’anno precedente.

I dati sulle rimesse globali dovrebbero aumentare verso gli anni 2020 e Bitcoin potrebbe aiutare a dare un forte impulso a questo settore in crescita. Questa cifra risulta addirittura superiore alle entrate del Paese provenienti dal turismo straniero e dalle esportazioni annuali di petrolio, che ammontano rispettivamente a $25 miliardi e $22,4 miliardi.

Il valore medio delle transazioni inviate a casa dai lavoratori migranti è di $300 e i trasferimenti elettronici sono diventati il loro mezzo preferito di recapito. Per questi e le loro famiglie, che usano i soldi per la “sopravvivenza di base”, è particolarmente importante migliorare gli strumenti di rimesse ed è proprio qui che entrano in gioco i sistemi basati sulla blockchain!

Le commissioni e i tempi di elaborazione relativamente elevati delle reti di pagamento tradizionali hanno favorito le criptovalute come alternativa possibile.

Visa ha recentemente rivelato la sua intenzione di rivedere la struttura delle commissioni, ragion per cui bisogna menzionare il potenziale di Bitcoin e delle altre criptovalute.

Progetti pilota per trasferimenti oltreconfine

Diverse banche e istituti finanziari hanno condotto progetti pilota di tecnologia Ledger Distributed (DLT) per i trasferimenti e le rimesse transfrontalieri.

Ripple è il giocatore più coinvolto in ciò, ma esistono anche altri progetti che offrono soluzioni uniche. Ad esempio Bitcoin, che viene utilizzato per trasferimenti transfrontalieri oppure Stellar Lumens (XLM), una rete con obiettivi simili a Ripple.

L’offerta di Ripple di diventare “SWIFT 2.0”, come ha affermato l’ amministratore delegato Brad Garlinghouse, ha visto la compagnia condurre con successo questi progetti pilota in Thailandia, Giappone, India, Arabia Saudita, America Latina e Nord America. Le transazioni vengono eseguite in pochi secondi e ad una frazione del costo.

IBM, addirittura, ha creato World Wire, una rete di pagamenti internazionale che sta guadagnando terreno.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui