KB Kookmin, la più grande banca della Corea del Sud, lancerà un servizio di custodia criptovaluta per attività come bitcoin (BTC) ed etere (ETH). La banca ha presentato una domanda per il marchio

A febbraio, abbiamo visto come la Corea del Sud stesse investendo nella formazione di esperti in finanza digitale. Oggi La banca centrale del paese, si prepara al lancio di un servizio di custodia di criptovaluta!

KB Kookmin, la più grande banca della Corea del Sud, lancerà un servizio di custodia criptovaluta per attività come bitcoin (BTC) ed etere (ETH).

La banca ha presentato una domanda per il marchio “KBDAC” – KB Digital Asset Custody – presso l’ufficio coreano della proprietà intellettuale. La domanda, depositata il 31 gennaio, indica che la banca potrebbe avviare presto il servizio. Una domanda di marchio, in generale, significa che un’entità ha iniziato a marcare prodotti e servizi. E che gran parte del lavoro di sviluppo è stato completato. Un funzionario della KB Kookmin Bank ha dichiarato a Digital Today che KBDAC è correlato a ciò che la banca ha deciso di fare con Atomrigs Lab. La startup blockchain. 

Nel giugno 2019, KB ha collaborato con Atomrigs Lab per sviluppare un servizio di custodia criptata.

KB Kookmin, la più grande banca della Corea del Sud, lancerà un servizio di custodia criptovaluta, KB Digital Asset Custody.

Custodi di risorse digitali

Atomrigs Lab costruisce un prodotto che protegge le criptovalute utilizzando la tecnologia di crittografia multi-party computing (MPC).

Questa tecnologia genera condivisioni casuali di chiavi anziché una chiave privata fissa. Queste condivisioni chiave vengono archiviate e calcolate separatamente per derivare un output che può autorizzare una transazione collettivamente.

Oltre all’offerta di cripto-custodia, KB potrebbe anche offrire altri servizi relativi alle risorse digitali. Come trading, consulenza sugli investimenti e gestione patrimoniale, secondo il rapporto di venerdì.

L’ingresso della banca nello spazio crittografico può essere un catalizzatore per cambiare l’intero settore finanziario della Corea del Sud. Potrebbe anche vedere le migliori banche rivali Shinhan, Hana e Woori entrare nel settore, secondo il rapporto.

Proprio all’inizio di questo mese, i legislatori sudcoreani hanno votato per stabilire norme più rigorose in materia di antiriciclaggio (AML) per le società di crittografia. Tramite un emendamento all’attuale Financial Information Act della Corea. L’atto richiede che tutte le ditte crittografiche si registrino presso i regolatori del paese.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui