Le sanzioni SWIFT della Russia “scelte con cura” per evitare la crisi energetica tedesca

Come molti hanno anticipato, e alcuni temuto, i governi occidentali useranno il sistema di pagamento SWIFT (Society for Worldwide Interbank Financial Telecommunications) per inasprire le sanzioni sulla Russia dopo l’attacco militare del presidente Putin al vicino paese dell’Ucraina.

I leader occidentali hanno concordato sabato di imporre più sanzioni finanziarie alla Russia, compresa la rimozione di “banche russe selezionate” dal sistema di pagamenti internazionali SWIFT, secondo un rapporto di Politico.

In una dichiarazione congiunta, i leader politici di Stati Uniti, Commissione europea, Francia, Germania, Italia, Regno Unito e Canada hanno giurato di “chiedere conto alla Russia e garantire collettivamente che questa guerra sia un fallimento strategico” per il presidente russo Vladimir Putin.

Secondo la dichiarazione, diverse banche russe saranno bloccate dal sistema di pagamenti internazionali, e la Banca di Russia avrà anche i suoi beni congelati, limitando la sua capacità di liquidare le sue riserve all’estero. La dichiarazione ha detto che l’azione “isolerà ulteriormente la Russia dal sistema finanziario internazionale”.

“Mentre le forze russe scatenano il loro assalto su Kiev e altre città ucraine, siamo decisi a continuare a imporre costi alla Russia che la isoleranno ulteriormente dal sistema finanziario internazionale e dalle nostre economie”, continua la dichiarazione. “Ci impegniamo a garantire che banche russe selezionate siano rimosse dal sistema di messaggistica SWIFT. Ciò garantirà che queste banche siano scollegate dal sistema finanziario internazionale e danneggerà la loro capacità di operare a livello globale.”

Le nuove misure potrebbero portare difficoltà anche agli stati occidentali, specialmente alla Germania che dipende fortemente dalle forniture di gas naturale dalla Russia. Queste esportazioni di gas sono, ovviamente, pagate utilizzando SWIFT.

Il governo tedesco ha detto, in una dichiarazione separata, che la misura si applicherà alle “banche russe che sono già sanzionate dalla comunità internazionale e, se necessario, ad altre banche russe”. La Germania ha precedentemente resistito all’esclusione della Russia da SWIFT, citando una potenziale crisi energetica in Germania.

Nel tentativo di minimizzare questi rischi, le nuove sanzioni saranno probabilmente rivolte ad alcune banche russe che non gestiscono questi particolari pagamenti legati al gas. A tal fine, i paesi occidentali si sono coordinati con SWIFT per trovare il modo di identificare le transazioni energetiche nel sistema o se tagliare alcune banche limiterebbe il potenziale di interruzione, ha detto un alto funzionario dell’amministrazione degli Stati Uniti in un briefing per i giornalisti. “Andremo istituzione per istituzione in termini di quelli che vengono rimossi dalla rete”, ha detto il funzionario. “E le sceglieremo molto attentamente per massimizzare l’impatto sulla Russia e minimizzare le ricadute in Europa e nell’UE e nell’economia globale”.

Nella loro dichiarazione, i leader occidentali hanno anche concordato “misure restrittive che impediranno alla Banca centrale russa di impiegare le sue riserve internazionali in modi che minano l’impatto delle nostre sanzioni”, ha detto il funzionario della Commissione europea.

Il presidente della Commissione Ursula von der Leyen ha detto. Anche se non esplicitamente menzionato dal presidente della Commissione europea, questo potrebbe includere i pagamenti Bitcoin. I pagamenti Bitcoin si stanno già riversando in vari enti di beneficenza che sostengono il lato ucraino del conflitto.

La stessa organizzazione SWIFT, con sede in Belgio, non monitora o controlla i messaggi che gli utenti inviano attraverso il suo sistema, secondo il sito web dell’organizzazione. “Tutte le decisioni sulla legittimità delle transazioni finanziarie secondo i regolamenti applicabili, come i regolamenti sulle sanzioni, spettano alle istituzioni finanziarie che le gestiscono e alle loro autorità internazionali e nazionali competenti. Per quanto riguarda le sanzioni finanziarie, l’obiettivo di SWIFT è quello di aiutare i suoi utenti a soddisfare le loro responsabilità di rispettare le normative nazionali e internazionali”, si legge sul sito web di SWIFT.

Disclaimer Finanziario
Disclaimer: Le criptovalute sono strumenti volatili che possono fluttuare ampiamente in un molto breve lasso di tempo e, quindi, non sono adatte a tutti gli investitori. A parte i CFD, il trading di criptovalute non è regolamentato e, pertanto, non è vigilato da nessuno. Quadro normativo UE. Il tuo capitale è a rischio.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here