Larva Labs costringe OpenSea a cancellare dalla lista gli NFT CryptoPunks V1

Il mercato dominante dei Non-Fungible Token (NFT) OpenSea ha eliminato la versione V1 della famosa collezione CryptoPunks dopo aver ricevuto una notifica DMCA (Digital Millennium Copyright Act) dai creatori di Punks, Larva Labs. Poiché OpenSea possiede circa il 90% del mercato NFT, la cancellazione pone un serio limite a dove CryptoPunks V1 può essere scambiato. CryptoPunks V1 era la collezione originale di CryptoPunks, e quindi non sono falsi nel senso comune, e continuano ad esistere come un’edizione “confezionata” di quella che ora è considerata la vera collezione CryptoPunks (V2).

Quando la collezione CryptoPunks è stata originariamente lanciata nel 2017, si è presto scoperto che lo smart contract che definiva la collezione conteneva un bug. Il bug permetteva agli acquirenti di ritirare istantaneamente l’ether (ETH) che avevano usato per acquistare i Punks, lasciando i venditori senza profitti.

CryptoPunks V2 sviluppato da zero

Per mitigare il problema, Larva Labs ha sviluppato un nuovo contratto, V2, da zero, e quindi riparando il bug. Il vecchio e buggato contratto, tuttavia, ha continuato a funzionare sulla blockchain di Ethereum, come fanno i contratti intelligenti, e gli sviluppatori hanno semplicemente corretto l’errore di codice e lanciato quella che ora è conosciuta come la collezione V1 CryptoPunks. Dal nome all’opera d’arte stessa, il progetto è quasi identico agli NFT punk V2 di Larva Labs. La grande differenza è il prezzo tra le due collezioni.

Quando la Larva Labs ha introdotto la versione V2, OpenSea ha vietato la vendita dei V1 Punks in quanto questi erano considerati inautentici. Recentemente, tuttavia, OpenSea ha fatto una svolta nella questione e ha elencato di nuovo i V1 Punks come la collezione originale ha fatto un ritorno come una versione Punks avvolto e il codice buggy risolto.

La versione V1 della collezione CryptoPunks è fastidiosa per Larva Labs. La versione V1 sta diventando sempre più popolare, compresa una vivace comunità di fan, poiché la versione V1 è molto più economica della versione V2. Inoltre, l’esistenza della V1 diluisce la fornitura di Punks in generale, da 10.000 a 20.000, anche se questo non sembra avere alcun effetto significativo sul valore di mercato dei Punks V2.

La comunità V1 colpisce ancora

Mentre OpenSea ha ancora una volta cancellato la collezione V1, la comunità V1 ha cercato un consulente legale per continuare a commerciare la collezione mentre preparava una contro-notifica al takedown di OpenSea.

In un tweet, l’account Twitter “CryptoPunks V1” scrive “LL [Larva Labs] ha costretto @opensea a rimuovere la collezione V1 Punks a causa di un takedown DMCA. Stiamo rispondendo tramite una contro-notifica dal nostro consulente [legale] a tempo debito. Non vediamo l’ora di aggiornarvi ulteriormente”.

Inoltre, in un annuncio su Discord, il team dietro i V1 Punks ha detto che non hanno intenzione di arrendersi. “Siamo stati in contatto con un avvocato IP di alto livello degli Stati Uniti che ci ha consigliato che siamo legalmente in grado di continuare il commercio di questi CryptoPunks. Dato che ora siamo stati pubblicamente minacciati di azioni legali dalla Larva Labs, e che siamo stati avvisati che le loro opzioni legali sono scarse e forse frivole, desideriamo informare che sfideremo con veemenza qualsiasi tentativo di intimidire o causare danni ai possessori di V1 o V2 CryptoPunk”, si legge nell’annuncio.

OpenSea ha molto potere, le V2 sono elencate altrove

La decisione di OpenSea di cancellare la collezione V1 di CryptoPunks è tutt’altro che unica; il marketplace rimuove regolarmente collezioni truffaldine o altrimenti indesiderate dalla sua piattaforma. Questo indica il fatto che OpenSea è un mercato centralizzato piattaforma, e una società privata, con pieno potere su chi può usarla e quali NFT possono essere elencati. Con una quota di mercato di circa il 90%, questo mette un sacco di potere nelle mani della società.

Questo, a sua volta, non è sorprendentemente popolare tra i promotori di piattaforme decentralizzate, e OpenSea ha ricevuto la sua giusta quota di critiche in passato, questa volta non è diverso. Il collezionista di NFT @mooncat302 su Twitter dice: “Al diavolo Larva Labs. La mossa giusta era semplice: abbracciare la storia dei punk, in tutta la sua confusione… alla fine aggiunge carattere alla collezione. Invece, otteniamo la più stupida azione di web2-mentalità possibile: minacce legali. “

Poiché la collezione V1 è ora delistata su OpenSea, può essere scambiata solo su altre piattaforme – OpenSea non può, naturalmente, rimuovere la collezione dalla blockchain di Ethereum o dai portafogli che li possiedono. Lo sfidante decentralizzato OpenSea LooksRare elenca la collezione V1 ad un prezzo minimo di 10,5 ETH.

CryptoPunks V2 è una delle collezioni NFT più antiche e più popolari mai create, con più di 700.000 ETH di valore in totale, e oltre 2 miliardi di dollari scambiati finora. In confronto, la versione V1 ha scambiato poco più di 1.000 ETH.

Disclaimer Finanziario
Disclaimer: Le criptovalute sono strumenti volatili che possono fluttuare ampiamente in un molto breve lasso di tempo e, quindi, non sono adatte a tutti gli investitori. A parte i CFD, il trading di criptovalute non è regolamentato e, pertanto, non è vigilato da nessuno. Quadro normativo UE. Il tuo capitale è a rischio.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here