La FCA del Regno Unito annuncia un giro di vite sui bancomat di criptovalute

  • Alla FCA è stato dato il potere di regolare tutte le attività legate alle criptovalute nel Regno Unito nel gennaio 2020.
  • Ci sono 81 bancomat Bitcoin funzionanti nel Regno Unito, controllati da almeno otto operatori.

La Financial Conduct Authority (FCA) del Regno Unito ha annunciato un giro di vite sui bancomat di criptovalute che operano nel paese. Secondo l’organismo di regolamentazione, tutti i bancomat di criptovalute devono essere registrati e rispettare le norme sul riciclaggio di denaro del paese. Bene, a questo punto dovreste essere a conoscenza dei regolamenti sulle criptovalute che stanno spuntando in diverse parti del mondo.

“I bancomat di criptovalute che offrono servizi di scambio di criptovalute nel Regno Unito devono essere registrati con noi e rispettare le normative britanniche sul riciclaggio di denaro”, ha detto la FCA. Ha inoltre aggiunto;

Nessuna delle imprese di criptovalute registrate con noi è stata approvata per offrire servizi di bancomat cripto, il che significa che chiunque di loro operi nel Regno Unito lo sta facendo illegalmente e i consumatori non dovrebbero usarli.

Ci si potrebbe chiedere se è una coincidenza che il giro di vite sui bancomat di criptovalute nel Regno Unito sia avvenuto durante l’invasione Russia-Ucraina. Di sicuro, i bancomat di criptovalute sono stati in funzione negli ultimi mesi e forse più di un anno. Ma sicuramente, la FCA ha aspettato fino ad ora per agire.

Secondo quanto riferito, i bancomat sono stati spediti dall’Europa dell’Est, dove i regolamenti sono più permissivi rispetto al Regno Unito. Inoltre, l’Unione Europea ha recentemente rilasciato una bozza di modifica delle regole sulle criptovalute che non si è limitata agli operatori e alle macchine ATM.

Il Regno Unito che annuncia un immediato giro di vite sui bancomat di criptovalute è un attacco retrogrado all’industria degli asset digitali. Inoltre, i bancomat portano gli utenti quotidiani al mercato delle cripto, ampliando così l’utilità e il valore intrinseco delle cripto. Facendo così da ponte tra il sistema bancario tradizionale e il mercato crypto blockchain.

FCA e il mercato delle criptovalute

In particolare, alla FCA è stato dato il potere di regolare tutte le attività legate alle cripto nel Regno Unito nel gennaio 2020. Man mano che il mercato delle criptovalute cresce, aumentano le possibilità di violazione del sistema, sollevando così i casi di riciclaggio di denaro.

Secondo quanto riferito, ci sono 81 bancomat Bitcoin funzionanti nel Regno Unito che sono controllati da almeno otto operatori. Tutti i quali sono stati messi fuori servizio d’ora in poi.

Tuttavia, se la domanda di criptovalute dovesse aumentare nel tempo, allora ci si può aspettare che i regolatori si calmino e permettano ai bancomat di cripto di operare di nuovo. Nel frattempo, gli appassionati di cripto nel Regno Unito dovranno usare altri mezzi per liquidare i beni digitali in fiat.

Tali vie includono scambi di criptovalute come Binance che offrono servizi P2P. Ricordiamo che la FCA ha recentemente negato al mercato di Binance il mercato del Regno Unito.

“A causa dell’imposizione di requisiti da parte della FCA, Binance Markets Limited non è attualmente autorizzato a intraprendere alcuna attività regolamentata senza il previo consenso scritto della FCA”, ha scritto il regolatore alla fine dello scorso anno.

Disclaimer Finanziario
Disclaimer: Le criptovalute sono strumenti volatili che possono fluttuare ampiamente in un molto breve lasso di tempo e, quindi, non sono adatte a tutti gli investitori. A parte i CFD, il trading di criptovalute non è regolamentato e, pertanto, non è vigilato da nessuno. Quadro normativo UE. Il tuo capitale è a rischio.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here