Il 60% degli utenti del portafoglio Bitcoin di El Salvador l’ha abbandonato dopo aver ricevuto i BTC gratuiti:

  • Un nuovo rapporto mostra che i salvadoregni non sono così interessati a BTC per i pagamenti come i rapporti dei media hanno propagandato, con la maggior parte che ha abbandonato il portafoglio Chivo dopo aver ottenuto il BTC gratuito.
  • Il rapporto ha scoperto che non c’è stata una crescita degli utenti di BTC nel primo trimestre dell’anno, mentre ha scoperto che solo pochi istruiti, bancari e giovani lo hanno usato in modo coerente.

Rendere Bitcoin moneta legale è stata una mossa audace, anche per il presidente di El Salvador Nayib Bukele, un giovane leader eccentrico che attira fan e critici nelle loro orde. Ma come mostra ora un nuovo rapporto, la mossa audace non ha funzionato e i salvadoregni non sono così desiderosi di effettuare pagamenti in BTC come il loro leader ha dipinto.

Il rapporto, intitolato “Le criptovalute sono valute? Bitcoin as Legal Tender in El Salvador”, ha esaminato come la legge Bitcoin ha influenzato i pagamenti e il panorama finanziario nel paese centroamericano da quando è entrata in vigore l’anno scorso.

I risultati non sono rosei, con i ricercatori che hanno scoperto che 6 su 10 hanno scaricato il portafoglio Chivo BTC statale solo per i BTC gratuiti dal presidente Bukele. Dopo aver scaricato il portafoglio, gli utenti avrebbero ottenuto $30 di BTC per introdurli nel mondo di BTC, una mossa che il presidente credeva li avrebbe incentivati a pagare attraverso BTC. Tuttavia, solo 4 cittadini su 10 hanno continuato ad usare il portafoglio dopo aver ottenuto i BTC gratuiti.

“Infatti, il 40% di tutti i download è avvenuto nel settembre 2021, e praticamente nessun download ha avuto luogo nel 2022. Il principale motore di adozione sarebbe il bonus di 30 dollari offerto dal governo, equivalente allo 0,7% del reddito annuo pro capite”, dice il rapporto.

L’US National Bureau of Research, che ha condotto la ricerca, ha inoltre scoperto che del 40 per cento che ha tenuto il portafoglio Chivo, solo 2 su 10 lo hanno usato attivamente per pagare le tasse o per i pagamenti quotidiani. E anche per questo 20 per cento, solo 1 su 10 dice di aver usato meno contanti e/o carte di debito come risultato.

Il portafoglio Chivo è rimasto appannaggio dei salvadoregni giovani, istruiti, bancarizzati e maschi. Questo va contro l’intera ragione per cui è stato lanciato, che era per l’inclusione finanziaria. Le stesse persone che stanno usando Chivo sono quelle che potevano permettersi i sistemi tradizionali.

Hanno aggiunto i ricercatori:

La ragione più importante per non scaricare l’applicazione, a condizione di conoscerla, è che gli utenti preferiscono usare i contanti, che è stata seguita da problemi di fiducia – gli intervistati non si fidano del sistema o del bitcoin stesso.

Chivo ha anche fallito come canale per le rimesse, con il rapporto che dice “non troviamo prove che Chivo Wallet sia usato per pagare le tasse o per inviare rimesse su una scala significativa”. Questa è stata un’altra ragione chiave dietro la mossa del presidente Bukele per il BTC.

Disclaimer Finanziario
Disclaimer: Le criptovalute sono strumenti volatili che possono fluttuare ampiamente in un molto breve lasso di tempo e, quindi, non sono adatte a tutti gli investitori. A parte i CFD, il trading di criptovalute non è regolamentato e, pertanto, non è vigilato da nessuno. Quadro normativo UE. Il tuo capitale è a rischio.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here