Gavin Wood di Polkadot donerà 5 milioni di dollari all’Ucraina, se pubblicheranno un indirizzo DOT

Symbiosis

Sempre più persone stanno donando alla parte ucraina del conflitto da quando la Russia ha deciso di invadere il paese vicino. La maggior parte di queste donazioni sono incanalate attraverso i mezzi tradizionali di raccolta fondi e donazioni, ma quantità significative di fondi stanno arrivando anche attraverso i pagamenti criptati. Come riportato da CryptoSlate venerdì, mentre il Ministero della Difesa dell’Ucraina dice che non può ufficialmente ricevere donazioni in cripto, le ONG del paese stanno prendendo cripto per aiutare il conflitto. Un’organizzazione non governativa che supporta l’esercito ucraino ha riferito di aver ricevuto circa 4 milioni di dollari di sole donazioni in Bitcoin.

L’invasione della Russia in Ucraina ha portato a un’ondata di sostegno su Twitter – e milioni di dollari in donazioni di cripto. A partire da domenica mattina, secondo la società di analisi blockchain Elliptic, sono stati raccolti quasi 17 milioni di dollari, compresi 1,86 milioni di dollari da una raccolta NFT. Con ogni probabilità, questi numeri sono aumentati durante il fine settimana e continueranno a farlo, e un numero crescente di persone nello spazio cripto si sta allineando per aiutare lo sforzo bellico ucraino.

Il co-fondatore di Ethereum Vitalik Buterin ha rotto il suo silenzio su Twitter sulla Russia-Ucraina indicando agli utenti di Twitter UkraineDAO, co-fondata dalle Pussy Riot, Trippy Labs, e membri di PleasrDAO. Un vecchio partner di Vitalik, il dottor Gavin Wood, co-fondatore di Ethereum e fondatore di Polkadot, ha anche preso su Twitter per quanto riguarda le donazioni all’Ucraina, in un modo che forse non ha funzionato così bene.

In una risposta all’account ufficiale ucraino di Twitter, che pubblicava indirizzi Bitcoin (BTC) ed Ethereum (ETH) per le donazioni, il Dr. Wood ha semplicemente risposto “Se pubblichi un indirizzo DOT contribuirò personalmente con 5 milioni di dollari”.

Se pubblichi un indirizzo DOT contribuirò personalmente con 5 milioni di dollari.

– Gavin Wood (@gavofyork) 27 febbraio 2022

Il post ha sollevato alcune sopracciglia e anche un mucchio di critiche. Wood ha anche promosso Subsocial, un progetto cripto ucraino che accetta donazioni in una serie di diverse criptovalute legate al sistema Polkadot, compresi i token DOT. Subsocial sta costruendo “L’architettura di base per le reti sociali del futuro, collegata a @kusamanetwork e @Polkadot supportata dalla @web3foundation, secondo la loro bio di Twitter.

Ad alcuni sembra che il Dr. Wood sia selettivo e stia condizionando le sue eventuali donazioni.

Il team @Subsocial, per lo più con sede in Ucraina, ha costruito la funzionalità di donazione nella loro piattaforma per i token @Polkadot/@kusamanetwork. Attualmente va solo in un portafoglio controllato da Subsocial, ma una soluzione meno legata alla fiducia è in arrivo… https://t.co/Dy51wWfwvV

– Gavin Wood (@gavofyork) 27 febbraio 2022

Alcuni dei critici stanno chiamando il tweet di Wood “un product placement che fa leva su un grande conflitto globale con un cartellino del prezzo di 5M”.

persone che rispondono a coloro che criticano questo tweet perché sta “donando” 5M

Non è una donazione se ha delle condizioni

È un product placemento facendo leva su un grande conflitto globale con un prezzo di 5M

Mi dispiace ma dovrebbe solo convertire in ETH se vuole davvero donare

– pedrouid.eth (@pedrouid) 27 febbraio 2022

Anche se la maggior parte sta applaudendo una donazione così generosa, se Wood va fino in fondo, altri meno critici sottolineano anche che Wood potrebbe voler evitare le tasse sulle plusvalenze pagando in token DOT, e non convertirli in, diciamo, ether (ETH), che sarebbe un evento tassabile.

Perché dovrebbe pagare centinaia di migliaia in cap gain se ci vogliono due minuti per creare un indirizzo?

– joelaustin.eth (@carolousue) 27 febbraio 2022

Disclaimer Finanziario
Disclaimer: Le criptovalute sono strumenti volatili che possono fluttuare ampiamente in un molto breve lasso di tempo e, quindi, non sono adatte a tutti gli investitori. A parte i CFD, il trading di criptovalute non è regolamentato e, pertanto, non è vigilato da nessuno. Quadro normativo UE. Il tuo capitale è a rischio.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here