Cosa c’è dietro l’improvviso crollo di Bitcoin a 40.000 dollari?

Giovedì ha visto un nuovo declino per il Bitcoin quando la criptovaluta principale è crollata a 40.090 dollari. seguito un rimbalzo, che ha portato ad una stretta gamma di trading tra $40.300 e $40.900. Attualmente, il Bitcoin è scambiato a $40.800, in calo del 5% nelle ultime 24 ore. Tuttavia, i timori sono che questo sell-off potrebbe essere l’inizio di un maggiore ribasso a venire.

Analisi del prezzo del Bitcoin

Il Bitcoin ha sperimentato un’oscillazione del 9% verso il basso ieri, dopo aver registrato un massimo giornaliero di 44.200 dollari nelle prime ore (GMT). L’effetto a catena ha visto una perdita di 154 miliardi di dollari dal totale del mercato delle criptovalute. I maggiori perdenti della top 100 nelle ultime 24 ore sono Rally, in calo del 14,6%, poi Terra che perde il 9,5%, seguita da vicino da Kadena, anch’essa in calo del 9,5%.

Top 100 biggest losersFonte: CoinMarketCap.com

L’analisi

di MMBTtrader sul leader del mercato, Bitcoin, conclude che, allo stato attuale, se il supporto principale a 39.000-40.000 dollari tiene, il mercato rimane rialzista. Approfondendo ulteriormente, MMBTtrader ha notato che 46.000 dollari è stato un forte livello di resistenza, con un rifiuto del 10 febbraio a questo livello.

Quest’ultima tendenza al ribasso porta il mercato appena sopra una zona ribassista (raffigurata come un ovale nero nel grafico sottostante). Se il Bitcoin dovesse entrare in questa zona, MMBTtrader si aspetta un ulteriore ribasso, con 35.300 dollari come prossimo livello di supporto.

Bitcoin TAFonte: TradingView.com

“Come possiamo vedere anche sul grafico 46K$ è la resistenza principale per il prezzo e solo dopo un valido breakout al rialzo possiamo aspettarci più pompaggio qui anche 39K-40K è il supporto principale qui e se questo supporto rimane valido il mercato rimane rialzista.”

Cosa c’è dietro?

Secondo The Motley Fool, questo sell-off è attribuito all’incertezza dei regolamenti statunitensi più onerosi in sospeso.

“La Casa Bianca sembra pronta a spingere per una regolamentazione dell’industria delle criptovalute e questa incertezza da sola sta spaventando gli investitori”.

Gli ultimi rapporti su questo argomento affermano che il presidente Biden emetterà un ordine esecutivo la prossima settimana chiamando le agenzie governative statunitensi a formulare una strategia nazionale per quanto riguarda la regolamentazione delle criptovalute.

Questo comporterebbe anche lo studio delle valute digitali delle banche centrali, compresa una valutazione tecnica sull’implementazione pratica di un dollaro digitale. L’articolo di Motley Fool conclude dicendo che anche se il mercato ha reagito in modo pessimistico, a lungo termine, un quadro nazionale è uno sviluppo positivo che porterà linee guida chiare sulla conduzione di crypto business. Tuttavia, allo stesso tempo, non è chiaro se l’attuale amministrazione è pro-crypto. Sulla base dei recenti rapporti, si presume di no.

“Le aziende e gli investitori hanno cercato di convincere il Congresso e i regolatori a scrivere regole favorevoli per anni, ma finora hanno combattuto una battaglia in salita”. Lo scenario peggiore sarebbe un quadro nazionale che ostacola le valute digitali, portando via qualsiasi beneficio di investire in esse.

Disclaimer Finanziario
Disclaimer: Le criptovalute sono strumenti volatili che possono fluttuare ampiamente in un molto breve lasso di tempo e, quindi, non sono adatte a tutti gli investitori. A parte i CFD, il trading di criptovalute non è regolamentato e, pertanto, non è vigilato da nessuno. Quadro normativo UE. Il tuo capitale è a rischio.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here