intervista luca vallone

In occasione del primo anniversario di Cultura Digitale, l’associazione che riunisce diversi professionisti per rendere fruibili l’informazione tecnologica, il nostro contributor Luca Vallone ci ha aggiornato su quanto è successo recentemente.

Cultura Digitale, con sede in Calabria a San Calogero, provincia di Vibo Valentia, si impegna in diversi progetti. In questo appuntamento Luca ha raccontato delle iniziative presenti a Cuba e in Norvegia, Paesi in cui vivono rappresentanti dell’Associazione che forniscono aggiornamenti direttamente sul campo, e di alcune start up consociate.

Mario Mazzola, inviato dall’isola cubana per Cultura Digitale, fornisce frequentemente dettagli sugli sviluppi del wallet QBita e dei vantaggi che porta nell’economia del paese caraibico. Il problema è sorto in quanto la popolazione è obbligata ad operare con bancomat che funzionano solo sull’isola, tuttavia queste carte non sono accettate all’estero e nemmeno su internet a causa di blocchi a internet e a qualsiasi forma di denaro elettronico come Visa, Mastercard, AmericanExpress o Paypal imposti dal governo USA.
Bitcoin diventa essenziale per combattere e rivoluzionare la situazione finanziaria di Cuba. Per questo il wallet QBita si basa su un software presente nel paese e che presto potrebbe sviluppare un vero e proprio sistema di pagamento.

Riguardo alla Situazione Norvegese, il socio di Cultura Digitale Andrea Mosca fa da Corrispondente per descrivere l’evoluzione del mondo crypto nel paese nordico. In Norvegia detenere criptovalute e scambiarle è considerato legale, tuttavia, non esiste una regolamentazione per gli ATM. Al momento, infatti, questi bancomat bitcoin sono vietati.

Cultura Digitale tra Italia, Cuba e Norvegia

Le startup seguite da Cultura Digitale

Cultura Digitale appoggia anche diverse start up, scelte in base all’idea, alla valorizzazione e alla protezione di prodotti di qualità e spesso italiani. Gli esempi che Luca Vallone ci ha presentato sono due:

Mecenate è una start up che si occupa di valorizzare il patrimonio artistico e culturale in Italia con l’obiettivo di dare visibilità all’estero degli artisti locali, poco conosciuti ma meritevoli. Cultura Digitale si occupa della creazione del sito web, di ampliare le funzionalità e, in un prossimo futuro, di creare una blockchain su cui poter tracciare le opere d’arte.

La startup ABlockchainLab Coltiviamo il futuro, invece, si occupa di tracciabilità agroalimentare. L’intera filiera dell’olio d’oliva toscano sarà garantita su blockchain per tutelare la qualità dei prodotti grazie al progetto iOlive. Inoltre grazie al team OLIVEToken chiunque potrà partecipare a progetti agroalimentare e  portare benefici ai piccoli produttori locali.
La missione di Luca Vallone è rendere le informazioni chiare e trasparenti a tutti attraverso una nutrita Community informata e cosciente di quelli che sono i vantaggi e le opportunità della tecnologia blockchain. Continuate a seguirci per i conoscere i prossimi aggiornamenti sul mondo crypto.

2 Commenti

    • Grazie Roberto! Luca Vallone, come nostro contributor, ci aggiornerà frequentemente su tutte le novità. Continua a seguirci ?

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui