Cosa sono le Altcoin

Gli Altcoin, che è l’abbreviazione di alternative al bitcoin, sono criptovalute create dopo il bitcoin. Servono come alternativa al bitcoin per eseguire transazioni peer-to-peer in modo affidabile, tra gli altri casi d’uso. Dal 2011, migliaia di altcoin hanno colpito il mercato, sebbene l’elenco dei migliori altcoin per capitalizzazione di mercato continui a cambiare mentre i nuovi entranti cercano di detronizzare il bitcoin come la più grande criptovaluta al mondo.

Litecoin (LTC), lanciato come versione più leggera e veloce di bitcoin dieci anni fa, era l’altcoin più affermato nei primi anni del mercato delle criptovalute ed è ancora una moneta popolare. Oggi, tuttavia, le altcoin di blockchain abilitate per contratti intelligenti, come Ethereum, Cardano, Binance Smart Chain, Solana e Tron, dominano il mercato delle altcoin poiché la domanda di applicazioni decentralizzate è salita alle stelle negli ultimi anni.

Come funzionano le altcoin?

Gli Altcoin differiscono per funzionalità e caso d’uso da moneta a moneta, ma proprio come i bitcoin, utilizzano la tecnologia blockchain per fornire un’infrastruttura sicura per effettuare transazioni peer-to-peer. Attraverso l’uso di tecniche criptografiche, puoi condurre transazioni digitali senza un’autorità centrale. Le transazioni sono raggruppate in blocchi e sono collegate tra loro formando collegamenti sequenziali di catene inalterabili.

Gli Altcoin utilizzano anche meccanismi di consenso per garantire e prendere decisioni relative allo stato delle rispettive blockchain. E poiché le blockchain funzionano su reti peer-to-peer, violare il sistema con attacchi è molto difficile.

Qual è la differenza tra Bitcoin e altcoin?

Bitcoin è stata la prima criptovaluta, lanciata nel 2009 per consentire a chiunque disponga di una connessione Internet di archiviare, inviare e ricevere denaro in forma digitale. Come battistrada per le criptovalute, bitcoin detiene oltre il 50% della capitalizzazione di mercato totale dei mercati criptografici (spesso indicato come Bitcoin Dominance). Altcoin, d’altra parte, ha sfruttato il successo e la tecnologia di Bitcoin per ampliare il mercato delle criptovalute.

Spesso, le altcoin si concentrano sul miglioramento del metodo di elaborazione delle transazioni di Bitcoin. Bitcoin utilizza un metodo di consenso “Proof-of-Work” per confermare le transazioni, che è attualmente criticato per le sue implicazioni ambientali. A ciò si aggiungono i problemi di scalabilità della rete Bitcoin, che causano elevate commissioni di transazione on-chain e tempi di transazione lenti durante i periodi di elevato utilizzo della rete.

Molti altcoin affrontano questi problemi offrendo velocità di transazione più elevate rispetto a Bitcoin con meccanismi di consenso meno dispendiosi in termini di energia. Gli Altcoin vengono utilizzati per alimentare reti blockchain focalizzate sulla costruzione di un ecosistema di applicazioni decentralizzate e autonome. La blockchain di Ethereum, ad esempio, è emersa come la casa della finanza decentralizzata (DeFi), dei token non fungibili (NFT) e dei giochi blockchain.

Tipi di altcoin

Non tutti gli altcoin esistono al solo scopo di fungere da mezzo sicuro per effettuare pagamenti digitali. Alcuni altcoin sono creati per governare un protocollo crittografico, affrontare la volatilità, accedere ai servizi all’interno di un protocollo blockchain e l’elenco potrebbe continuare. In sostanza, le altcoin sono classificate in base a ciò che fanno. Di seguito sono elencati i principali tipi di altcoin.

Altcoin
Altcoin

Token di utilità

Un token di utilità viene utilizzato per accedere ai servizi di una piattaforma blockchain. La maggior parte dei servizi decentralizzati eseguiti su Ethereum, ad esempio, richiedono agli utenti di utilizzare il token ERC-20 della piattaforma per accedere ai propri servizi. Da qui il termine token di utilità.

I token di utilità in genere non sono orientati agli investitori ma sono principalmente per gli utenti interessati a ricevere un servizio. Uno dei casi d’uso più popolari dei token di utilità è per le piattaforme di gioco decentralizzate. I giocatori di Axie Infinity, ad esempio, usano il token AXS del gioco per acquistare oggetti di gioco.

Stablecoin

Le stablecoin sono criptovalute i cui valori sono ancorati a valute legali come il dollaro USA o materie prime come l’oro. Sono supportati da riserve ma possono anche essere mantenuti da algoritmi per garantire che il loro prezzo sia quasi lo stesso dell’asset a cui sono ancorati.

Le stablecoin hanno permesso alle persone di evitare il rischio di volatilità dei prezzi delle criptovalute durante le transazioni con le criptovalute. Gli stablecoin possono essere utilizzati anche nelle piattaforme di prestito crittografico per fornire liquidità e guadagnare interessi. La capitalizzazione di mercato totale per le stablecoin è di oltre $ 125 miliardi e alcune delle più popolari includono Tether (USDT), USD Coin (USDC) e Binance USD (BUSD).

Token di governance

Si tratta di criptovalute che vengono utilizzate per esercitare i diritti di voto su un protocollo blockchain. Le persone che detengono il token di governance di un progetto blockchain possono proporre e votare modifiche, assicurando che un progetto mantenga il decentramento poiché il processo decisionale è distribuito su più individui.

La maggior parte delle piattaforme DeFi si basa su token di governance per garantire che ci siano innovazioni costanti nei loro protocolli concordati in modo decentralizzato. A volte, un protocollo potrebbe essere violato o afflitto da bug. I token di governance consentono agli utenti di votare su come gestire al meglio tali situazioni. Oltre al voto, i token di governance possono essere scambiati, picchettati e utilizzati per l’agricoltura di rendimento. Alcuni dei principali token di governance sono Maker (MKR), Compound (COMP), Curve token (CRV) e Aave (AAVE).

Basate sul Mining

Le monete minerarie utilizzano un protocollo di consenso Proof-of-Work (PoW) per confermare le transazioni nelle loro blockchain. Per consentire loro di funzionare in modo efficace, il mining viene eseguito in cui i minatori risolvono difficili problemi matematici con potenza di calcolo.

Le persone sono incentivate a farlo poiché vengono ricompensate con nuove unità di criptovalute e commissioni di transazione. Alcune criptovalute richiedono un’intensa potenza di calcolo per il mining, mentre altre possono essere estratte solo con una CPU. Alcuni altcoin basati sul mining sono Dogecoin (DOGE), Ethereum Classic (ETC) e Zcash (ZEC).

Basate sullo Staking

Le altcoin basate sullo staking utilizzano un meccanismo di consenso Proof-of-Stake (PoS) per mantenere sicuro il loro protocollo blockchain. Questo metodo è più efficiente dal punto di vista energetico rispetto all’algoritmo Proof-of-Work impiegato da Bitcoin.

Invece di risolvere enigmi crittografici con potenza di calcolo, i partecipanti alla rete sono tenuti a bloccare le proprie monete in un portafoglio con la speranza di ottenere ricompense, se scelti per convalidare le transazioni. Maggiore è il numero di monete puntate, maggiore è la possibilità di essere selezionati. La maggior parte delle persone che detengono monete di staking guadagnano passivamente premi di staking giornalieri dallo staking. Esempi di monete da puntata includono Algorand (ALGO), Cardano (ADA), Tezos (XTZ) e Tron (TRX).

Quali sono i pro e i contro delle altcoin?

Vantaggi

Gli Altcoin apportano molti vantaggi al mercato delle criptovalute, soprattutto perché Bitcoin ha diverse carenze. Di seguito sono riportati alcuni dei loro vantaggi:

  • Gli Altcoin – come suggerisce lo stesso – fungono da alternativa al bitcoin. Molti altcoin affrontano i difetti di Bitcoin, il che potrebbe scoraggiare le persone dal farsi coinvolgere con le criptovalute.
  • Altcoin con elevate velocità di transazione, commissioni basse e bassa volatilità hanno aiutato la criptovaluta a ottenere una maggiore accettazione come mezzo di pagamento.
  • Gli Altcoin stanno aprendo un nuovo mondo su Internet con diverse innovazioni per la finanza, i giochi e la creazione di contenuti.
  • Gli Altcoin tendono ad avere più spazio per l’apprezzamento del prezzo rispetto ai bitcoin poiché molti di loro sono relativamente nuovi e hai la possibilità di entrare presto.

Svantaggi

Sebbene le altcoin stiano aiutando i mercati delle criptovalute a crescere, comportano anche rischi e incertezze:

  • A parte le stablecoin, le altcoin sono, in generale, molto volatili e sono considerate in gran parte un investimento rischioso.
  • La maggior parte delle altcoin ha una liquidità ridotta, che può comportare la manipolazione dei prezzi da parte di alcuni partecipanti al mercato.
  • Talvolta gli Altcoin possono essere utilizzati negli schemi di pump and dump.
  • Alcuni altcoin sono solo versioni copiate con alcune modifiche, rendendole essenzialmente copie economiche dell’originale.

Dovresti investire in altcoin?

Il mercato delle altcoin è piuttosto rischioso, molto volatile e pieno di insidie. Dovresti, quindi, procedere con cautela quando entri nel nuovo, coraggioso mondo delle criptovalute. Tuttavia, un alto rischio può anche essere accompagnato da alte ricompense. Non è raro che le altcoin ottengano guadagni del 1.000% in poche settimane, poiché l’attenzione degli investitori è attratta da una nuova impresa crittografica. Ma può anche accadere il contrario, con una moneta che sale rapidamente anche scendendo rapidamente di prezzo e possono verificarsi perdite significative.

Ecco perché è necessario fare le proprie ricerche (DYOR) per comprendere correttamente un altcoin, il suo caso d’uso, la tecnologia dietro di esso e la sua popolarità, prima di investire in esso. Puoi investire in altcoin se sei disposto a correre dei rischi e dedicare del tempo a ricercare esattamente su cosa stai investendo. La scelta di investire in criptovalute che sono tra le prime dieci altcoin per capitalizzazione di mercato può comportare meno rischi rispetto all’acquisto di monete a piccola capitalizzazione e potrebbe essere un buon punto di partenza per cercare investimenti in altcoin.

Come scambiare altcoin

Esistono due modi per scambiare altcoin e guadagnare da loro: scambiare altcoin a titolo definitivo su scambi di criptovalute o fare trading di CFD su criptovalute.

Trading altcoin a titolo definitivo:

La maggior parte dei trader di criptovalute utilizza scambi di risorse digitali per acquistare e vendere altcoin e quindi archiviare le proprie partecipazioni in un portafoglio di criptovaluta.

Per acquistare un altcoin, dovrai avere un portafoglio di criptovaluta e un account con uno scambio di criptovalute. Alcuni scambi richiedono l’identità e la verifica in due passaggi prima di poter iniziare a fare trading. Su questi scambi, puoi acquistare altcoin con una carta di credito/debito o finanziando il tuo conto con un bonifico bancario.

Esistono anche scambi decentralizzati che sfruttano i contratti intelligenti per consentire a chiunque disponga di una connessione Internet e di un portafoglio crittografico di scambiare token in modo decentralizzato.

Trading CFD su criptovalute:

I CFD, che è l’abbreviazione di contratti per differenza, sono prodotti finanziari che consentono di negoziare sul prezzo dello strumento, come le criptovalute, senza possedere effettivamente l’attività sottostante.

Di conseguenza, il trading di CFD su criptovalute è diventato molto popolare tra i trader che preferiscono speculare sui prezzi delle criptovalute senza dover affrontare i tecnicismi dell’acquisto e dell’archiviazione sicura di dozzine di altcoin.

Inoltre, con i CFD, puoi anche shortare un altcoin e beneficiare del calo dei prezzi in una criptovaluta.

Inoltre, i trader e gli investitori con poco capitale possono trarre vantaggio dai CFD poiché forniscono una leva finanziaria, consentendo agli utenti di aumentare la propria esposizione a un asset senza dover versare una grossa somma di denaro.

Quali sono le prime 10 altcoin?

Secondo Coinmarketcap, a settembre 2021, le prime dieci altcoin sono:

  • Ethereum (ETH)
  • Cardano (ADA)
  • Binance Coin (BNB)
  • Cavo (USDT)
  • Ondulazione (XRP)
  • Solana (SOL)
  • Pois (DOT)
  • Dogecoin (DOGE)
  • Moneta USD (USDC)
  • Uniswap (UNI)

Scopri le criptovalute più performanti e rimani aggiornato con le tendenze in movimento nello spazio crittografico.

Quante altcoin esistono?

Ogni giorno più altcoin si stanno facendo strada nel mercato delle criptovalute. Attualmente, ci sono oltre 9.000 altcoin sul mercato. Mentre alcuni offrono casi d’uso eccellenti, la maggior parte probabilmente tenderà allo zero a lungo termine.

Il Futuro

Gli Altcoin sono ancora una nuova classe di asset e meno affermati del bitcoin. La maggior parte degli investitori professionali e istituzionali è attualmente ancora più interessata al bitcoin a causa del suo track record e del forte riconoscimento del marchio. Tuttavia, il fascino di guadagnare potenzialmente dieci volte in poche settimane o addirittura giorni continuerà a spingere gli speculatori verso il mercato delle altcoin, probabilmente facendo salire i prezzi degli asset più popolari in questo segmento di mercato delle criptovalute.

Sebbene sia necessario essere estremamente cauti quando si investe in altcoin a causa della loro rischiosità, offrono ai trader intelligenti l’opportunità di trarre profitto dall’elevata volatilità di questa nuova classe di asset digitali, ma ricordati di DYOR poiché esiste la possibilità che le tue perdite superare i tuoi depositi.

Disclaimer Finanziario
Disclaimer: Le criptovalute sono strumenti volatili che possono fluttuare ampiamente in un molto breve lasso di tempo e, quindi, non sono adatte a tutti gli investitori. A parte i CFD, il trading di criptovalute non è regolamentato e, pertanto, non è vigilato da nessuno. Quadro normativo UE. Il tuo capitale è a rischio.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here